giovedì 27 dicembre 2012

Come ho capito che non voglio fare la fotografa: racconto di un (tragico) stage

Insomma, dovevo fare lo stage a Milano e poi non mi ci hanno preso.
L'alternativa che avevo chiesto era uno studio fotografico. Con le luci, i flash giganti, lo sfondo bianco che sembra quasi un mega rotolone di scottex. Con qualcuno da fotografare. Con reflex professionali da ammirare (e con cui farmi i muscoli, non so se avete notato il peso!).

Una cosa del genere, insomma.
From: ///

E invece.

E invece sono finita da uno di quei fotografi di provincia, che se proprio devono scattare una foto, scattano fototessere. Che più che fotografi sembrano servi della gleba, o meglio, della stampante.
"Mi fa quattro copie di questa?" "Senta, ho una cornice coì cosà, mi ci fa rientrare questa foto?" "Potrebbe ingrandirmi la faccia di mio marito, ritoccarla e magari farci anche una magia?".

Insomma, uno di quellli che ti stampano la facciaccia del tuo fidanzato/amico/parente su calendari, biglietti d'auguri, e PALLINE DI NATALE.
Il massimo del Kitch.



Ma fin qui, uno potrebbe anche chiudere un occhio.
Se non fosse che in quel posto io stavo prevalentemente con le mani in mano. Non facevo niente, ma proprio niente, al di là di qualche piccola dritta su come usare Photoshop dispensata in super toscanaccio nei rari momenti in cui non c'era gente (ovvero quasi mai). Che mi sarebbero anche state utili, d'altra parte imparare Photoshop è una delle mie priorità per fare progressi in fotografia. Ma se sai che le cose che impari in una giornata potresti impararle al volo in 15 minuti, la cosa diventa frustrante.

In conclusione, esperienza da dimenticare.

6 commenti:

  1. Mi spiace! Ma tutto sommato era uno stage, magari ti capiteranno altre occasioni più entusiasmanti!! Baci
    Fabiola

    wildflowergirl

    RispondiElimina
  2. bella mia, che t'aspetti? di fotografi seri in zona non ce ne sono...

    RispondiElimina
  3. love it!!Thanks for sharing!!
    kisses
    VOGUECITA
    http://voguecita.blogspot.com

    RispondiElimina
  4. Spero che il 2013 possa portarti occasioni migliori!

    RispondiElimina
  5. Ma poveraaaaaaaaaaaaaaa !!!!! Dai vedrai che ti si apriranno nove prospettive :-)

    EIDESIGN GLAMOUR

    RispondiElimina
  6. Ahah adoro la tua simpatia :) bellissimo anche il post sulle foto vintage di Parigi! Carino il tuo blog, buon anno da Mina.
    My blog: The Style Fever :)

    RispondiElimina