lunedì 12 novembre 2012

Hipster Starter Kit

Era da tanto tempo che mi domandavo "Ma cosa sono questi Hipster"?

Ci rimuginavo da un po', specialmente da quando un mio amico un giorno mi fa "Ma come fai a farti delle foto così hipster?" E io "eh?".

Pic credit: ///



Sto scherzando, in realtà un'idea ce l'avevo, ma era molto vaga. Quindi, mi sono documentata:

 L'hipster è un uomo sotterraneo, è durante la seconda guerra mondiale ciò che il dadaismo è stato per la prima. È amorale, anarchico, gentile e civilizzato al punto da essere decadente. Si trova sempre dieci passi avanti rispetto agli altri grazie alla sua coscienza. Conosce l'ipocrisia della burocrazia e l'odio implicito nelle religioni, quindi che valori gli restano a parte attraversare l'esistenza evitando il dolore, controllando le emozioni e mostrandosi cool? Egli cerca qualcosa che trascenda tutte queste sciocchezze e la trova nel jazz.  Bibbia docet

"Okay, non sono io", penso: io ed il jazz non siamo esattamente migliori amici, non sono anarchica né tantomeno antireligiosa.
Ma poi scorro più giù, e mi sembra di leggere la descrizione di me stessa.

Il termine è stato riattualizzato negli anni novanta e duemila e ora designa giovani, di classe medio-alta, istruiti e abitanti dei grandi centri urbani, che si interessano alla cultura alternativa (o presunta tale) - “non mainstream” - come l'indie rock, l'elettronica, i film d'autore e le tendenze culturali emergenti. Si professano ottimi conoscitori della lingua inglese e amano appropriarsi dei codici delle generazioni precedenti, ammantandosi di un caratteristico stile rétro. Si servono in negozi di abiti usati, mangiano preferibilmente cibo biologico, meglio se coltivato localmente, sono vegetariani o vegani, preferiscono bere birra locale (o prodotta in proprio) e amano girare in bicicletta.
E SONO IO!
Pienamente, totalmente me!
Manca solo il veganismo, ma ci sto lavorando. E no, non mi piace la birra nè tantomeno ho intenzione di mettermi a produrla artigianalmente.

Bene, in questo Giorno ho fatto la scoperta che esiste una banale etichetta anche per me, che invece pensavo di essere sfuggita a questo tragico brutto uniformante meccanismo.

Evviva evviva.


A cosa pensi, se ti dico "Hipster"? Ecco, io a questa canzone.

8 commenti:

  1. Non li conoscevo! Io ti seguo, spero ricambierai!
    Fabiola

    wildflowergirl

    RispondiElimina
  2. cute outfit!!!!

    www.candyvioleta.blogspot.in

    RispondiElimina
  3. Anch'io mi riconosco nella seconda descrizione, però continuo a associare il concetto di hipser alla prima foto: un po' dandy, piuttosto mondano, con una certa eccentricità molto calcolata. E' fotogenico, ha conversazione, ci tiene a sembrare cool. La seconda descrizione è abbastanza poco precisa da poter identificare diverse correnti di giovanni colti e sensibili, e io mi ispirerei ad un mondo più folk, più poetico e meno cool-mondano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti resta sempre molto nel generale; a dire la verità, stando a questa descrizione, non riesco a distinguerli dai semplici "indie". Magari sono la stessa cosa, e il termine "hipster" è solo da intendersi come il contrario di "mainstream": in questo caso ci rientreresti anche tu :)

      Elimina
  4. ahahahah anche io ho un amico che non fa che darmi della hipster... ultimamente questo aggettivo è diventato di gran moda ;p
    ti seguirò molto volentieri, se ti dovesse andare di ricambiare ne sarei più che felice :)

    http://glamourdrama.blogspot.it

    RispondiElimina
  5. Fresco fresco da "Te lo do io Firenze" http://www.teladoiofirenze.it/firenze-life-style/le-cose-da-fare-per-una-giornata-hipster-a-firenze/

    RispondiElimina
  6. Hello !! I am your newest follower /

    Appreciate if U can FOLLOW me back Please ?:)

    Very pretty and classy, love the look :)
    I follow you now ! Wanna be your friend!
    Follow me back on facebook ,instagram, twitter,and GFC and add me as a friend in GFC
    love you dear :)

    Marcchanelette.blogspot.com
    MarcBelle Chanelene

    RispondiElimina