domenica 24 giugno 2012

Diario liofilizzato in pillole

♥.Concerto Radiohead rimandato, SCLERO!
L'altro giorno mi arriva per mail il loro comunicato officiale: l'avevo già letto, ma vedermelo nero su bianco in una mail da TicketOne mi ha fatto un certo effetto.



Insomma, la data ancora non si sa, speriamo presto che non se ne può più, ma non troppo tardi tipo a settembre che ci sono già i Coldplay. Ma non credo che da luglio vadano a rifinire a settembre, eh.

Non tutto il male vien (sempre) per nuocere comunque: forse viene anche il fidanzato, se la nuova data è post-orale-di-maturità. Forse per grazia divina ce la facciamo ad andare ad un concerto insieme!

♥. Ordinata l'Om-d, finalmente! Arriva tra venti giorni (addirittura), obbiettivo scelto: 14-150.
Non vedo l'ora, non scatto una foto da mesi e mi manca! Chissà quanti passi avanti, con quella! Senza contare che tornerò a rompervi los cojones con i miei photo sharing :)

♥. Ma davvero è già passato il solstizio d'estate ed io non me n'ero nemmeno accorta?

♥. Devo cominciare a leggermi Pride And Prejudice in inglese. Per inglese. Insieme a Sense and Sensibility, Frankenstein e The strange case of dr Jekyll and mr Hyde.
Solo che io me li leggo in versione integrale, contro quella sintetizzata coi disegni da bambini delle elementari che ci dà sempre la prof. Oddio, quanto li odio quei libriccini. Mi tolgono il piacere di leggermi il libro vero, e sono privi di qualunque valore artistico culturale, se si esclude quello di una storiellina privata della bellezza delle sue proprie parole.
Insomma, no. Libriccini bocciati.

♥. Ho visto Blow, alla fine, l'altro giorno.
Bello eh, ma amareggiante, da una parte.
Johnny Depp col capello biondo e fluente sa troppo di tamarro, comunque. Anche se in questa foto sembra il solito bel figone, in realtà per una buona metà del film mi sono sorpresa di quanto gli stessero male. Nononononò, troppo meglio in versione "moro tenebbroso"!


"In tutta onestà non penso di aver commesso un crimine, anzi mi sembrerebbe illogico e irresponsabile che lei mi condannasse alla prigione, perché se ci pensa bene che ho fatto in fondo? ho varcato una linea immaginaria con un pacco di piante! Voi mi chiamate fuori legge, dite che ho rubato ma dov'è la cena di Natale per chi è sfollato? dici di cercare qualcuno mai debole ma sempre forte che raccolga fiori nella buona e nella cattiva sorte, uno che apra tutte le porte ma non sono io Payme, no no no... non sono io quello che cerchi."
Sante parole di uno spacciatore di droga al suo processo. Geniale, come contraddirlo?

Prossimo da vedere: I diari della motocicletta. Opinioni? Pareri? Consigli? Si? No? Parliamone!

Nessun commento:

Posta un commento