sabato 21 aprile 2012

Orsetti cavatori e blog dimenticati

Ieri l'altro sono andata dal dentista.
Dovete sapere, miei cari (ancora esistenti?) Fedeli Lettori, che la mia grande famiglia ha Il Dermatologo\Ginecologo\Tuttologo\Vattelappescologo dedicato, ed è obbligatorio per tutti andare da quell'ologo lì.
Quindi, essendo la mia grande famiglia anche molto pettegola e selettiva (e a volte anche cattiva, specialmente con novelli fidanzati!), i poveri malcapitati sono spesso oggetto del pettegolezzo generale, e, talvolta, vengono loro assegnati dei soprannomi.
Ad esempio, il mio dentista è stato chiamato Orsetto, e di recente gli è stato aggiunto l'epiteto Cavatore, appunto perché cava i denti alle persone.
Me compresa.
Perché, nonostante siano qualche anno in anticipo, i miei tanto cari Denti del Giudizio hanno già cominciato a far casini nella mia bocca, e quindi, l'altro giorno, ne è stato brutalmente sradicato uno.
Indipercui, causa guancia gonfia come un ananas, ieri me ne sono rimasta a casa tutta la santa mattina.
E dall'alto della mia nullafacenza, mi è sovvenuto il pensiero di questo umile blog, con il quale un tempo mi divertivo sì tanto, e ho pensato di scriverci un post, se non più di uno, e fare tipo la conserva di pomodori, lasciandolo sottovuoto, in un angolo, pronto a brillare e a mascherare i periodi di siccità come è stato, ed è, questo.
Chiedo ancora perdono, ogni tanto mi arriva qualche mail di qualcuno che è passato e ha commentato dicendomi: "non smettere di postare!", ma ragazzi, niente da fare.
Non ci si fa.
Casa-scuola-casa-scuola mi possiede e ha il controllo della mia anima.

Prometto di farvi avere mie notizie di tanto in tanto, avrei così tante cose di cui parlare, tante cose che non voglio dimenticare tra una settimana, sommersa dal suddetto ritmo.

A presto, spero!
Un abbraccione  : *

Nessun commento:

Posta un commento