domenica 13 novembre 2011

La Studentessa che fece l'Impresa

Ormai non posso più rimandare... il momento è giunto.
Il Libro di Storia se ne sta lì, fermo immobile, scrutandomi con la sua espressione indecifrabile, complicata, difficile; forse un po' mi sta minacciando, con quella sua copertina rosino cipria\ grigino-bluette con un Uno che torreggia su un quadro medievale di una città\castello.
E io so benissimo che ormai il Tempo degli Ozi è finito, e che devo compiere l'Impresa.
Costerà lacrime e sangue; ore intere che potrei passare in attività meno Culturalmente Arricchenti ma assai più interessanti, come per esempio darmi lo smalto alle unghie oppure uscire con le amiche.
E invece non posso.

E sapete perché?

Perché sono una studentessa decisamente poco furba. E poco organizzata.
Ma perché non ho studiato volta volta invece di lasciare che le pagine si accumulassero e che mi travolgessero da ultimo con Effetto Valanga?


Fatemi buona fortuna, ragazzi: è arrivato per me il momento di travestirmi da Impavido Cavaliere e di andare ad affrontare il Drago in sella al mio Nobile Destriero.

Mettetemici un Principesso da liberare, e sono a posto.

Tumblr_lkgu5oddoq1qic7uio1_500_large

mercoledì 9 novembre 2011

Cose che mi spaventano

Ieri sera ero in preda ad un attacco di sonno potentissimo: è da qualche giorno che dormo veramente poco (ne conseguono occhiaie pazzesche, sembro uno zombie). Puntualmente ogni sera mi guardo negli occhi e mi dico Rosa, stasera A LETTO PRESTO.

Come al solito, ieri sera non ci sono riuscita.

Finita la cena, mi sono accasciata sul divano nel disperato tentativo di rilassarmi un secondino prima di andare a fare i compiti di Spagnolo (che un secondo dopo sono caduti in pieno dimenticatoio), quando i miei si sintonizzano su un canale di cinema e cominciano a guardare un film.
Naturalmente lo guardo anche io, dall'inizio dalla fine, nonostante avessi gli occhi che imploravano pietà, una stanchezza addosso devastante e, ultimi ma non ultimi, i compiti di spagnolo da fare.

Non l'avessi mai visto.

Il film si chiamava Trust, e vi sconsiglio assolutissimamente di guardarlo (o ve lo consiglio, non lo so).
Ecco, non è mia abitudine parlare molto delle trame dei film, perchè odio quando ne parlano a me, ma per questo faccio un'eccezione.

Ecco, come dire... Trust parla di una ragazza di quattordici anni che viene prima adescata in una chat e poi stuprata da un trentenne che si spacciava per un ragazzo della sua età.

Io sono rimasta sconvolta. Anche spaventata. 
Insomma, al posto di questa figlioletta ci sarei potuta essere io! E la cosa mi spaventa e mi mette in guardia allo stesso tempo.

Per favore, ditemi che queste cose non succedono davvero! Fatemi continuare a vivere nel mio bel mondo di favole e coniglietti saltellanti! Se poi penso che l'attrice somiglia in modo impressionante a una mia amica...


Insomma, non guardatelo mai. Oppure guardatevelo, non lo so.
Per me è stata una cosa molto formativa, direi.