venerdì 2 settembre 2011

Ma secondo voi è possibile diventare una Harry Potter Addicted a sedici anni?

Ora vi racconto.

Era una sera (come al solito) fredda in Inghilterra quando ci portarono al cinema a vedere "Harry Potter e i Doni della Morte parte 2", e non nutrivo tutta questa simpatia sfrenata quasi tenera che ti si riempie il cuore di gioia quando vedi quei tre piccoli bimbi del primo film.


 Non che li odiassi, certo, ma la consideravo pur sempre una cosa da bimbi: ho letto per la prima volta i primi quattro libri che facevo le elementari, ma non finii mai la saga perché, alla fine di un'estate, mi parvero roba da poppanti. 

Insomma, dicevamo che ci hanno portato al cinema e faceva un freddo becco.
Sono entrata, mi sono messa a sedere, ho inforcato i miei occhialetti che dopo venti minuti mi fanno diventare quasi strabica e mi sono accoccolata in quel cinema gelato causa aria condizionata (ma cos'è, gli inglesi non hanno mai freddo?) pensando che sarei riuscita a seguire un po' la trama; almeno un pochino pochino.

E invece no, zero. Era tutto un chiedere: "ma te te lo ricordi perché...?" e la risposta era sempre "No."
Mammamia che serata che fu.

Fatto sta che, finito il film, mi è preso l'irrefrenabile desiderio di ricominciare a leggere tutto, dall'inizio, in inglese. Quindi, il giorno dopo sono andata in libreria e ho comprato il primo libro (a cui si sono poi aggiunti altri tre volumi prima del rientro in Italia).
Non più di una settimana dopo l'avevo già mangiato. Divorato. Fumato.

E ragazzi, lasciatemelo dire. Se non vi piace Harry Potter le cose sono due: o non avete letto i libri, o siete tutti ciucchi! É divertente, originale, pieno di colpi di scena...
Rivalutato a mille, davvero! 

E poi, poi, poi... poi sono stata agli Universal Studios a Orlando, in Florida. E  non solo c'è Hogwarts, ma anche Diagon Alley! E hanno inventato pure la burrobirra (che tra parentesi, fa schifo: una specie di coca-cola vanigliata dolcissima)! E ti puoi comprare una bacchetta da Olivander! E, e, e... 
okay, l'abbozzo. Ma ammirate **


Tra un po' da Olivander c'era più fila che per le montagne russe .-.
Insomma, è stato il colpo di grazia.

Vorrei avere qualche foto fatta da me da mostrarvi, ma purtroppo ero nel mio periodo fotonò e non ho approfittato! Ce ne sono alcune, tra cui una mia con quest'ometto qua sopra, ma ahimè, sono nella macchina fotografica di mio padre e quindi irraggiungibili finché lui non le importa! 


Quindi, concludendo, secondo voi è normale? Ho qualche problema psicologico per cui sto retrocedendo all'infanzia? Non mi lasciate nel dubbio!

Nessun commento:

Posta un commento