mercoledì 8 giugno 2011

Beate incacchiature

Rientro in casa sfinita, dopo l'allenamento. Faccio tap tap con dei passi piccini e strascicati fino al frigorifero, lo apro e.... woosh: le palle di fieno che rotolano.

Ma cos'è oggi, una congiura?! Non posso nemmeno fare merenda perché non c'è niente!

Ma lasciate che vi spieghi i motivi del mio momentaneo malumore.
Primo, non ho ancora assorbito la sveglia mattutina di due giorni fa. Dovendo andare in gita alle cinque (la prima e ultima, quest'anno: la ricorderemo tutti per forza!), mi è toccato alzarmi alle cinque e un quarto. Mi pareva l'alba. Tutto sommato, la gita è andata proprio bene; ho fatto un sacco di foto come da programma, poi le carico su flickr (yeah). Però le ore di sonno perso cominciano a sentirsi; specialmente se si è costretti ad aspettare che rientri in casa la propria madre per cenare (e di conseguenza andare a letto). Infatti, ieri sera, non è rientrata che alle dieci, causa lavoro. Aggiungete alla ricetta qualche distrazione (piccoli incidenti di percorso, sempre da considerare), e non chiudo i miei angelici occhi prima dei dodici rintocchi d'orologio. "Fine dell'incantesimo, Cenerina."
Eh, menomale.

Secondo di tutto, oggi era l'ultima lezione di italiano col mio mitico prof. Di conseguenza, umore sotto i piedi. Lui ci ha assegnato una lista di libri praticamente infinita da leggere durante l'estate che mi sono ripromessa di leggere tutta e ha portato la chitarra. Purtroppo noialtri teatranti abbiamo dovuto lasciare la classe che la lezione era solo a metà, per andare alla premiazione della rassegna a cui partecipavamo. E uno dice: "vabbè, almeno vi sarete consolati con qualche premio"; e invece nooo, perché non abbiamo vinto niente. Proprio niente. Neanche il premio per il miglior testo, che di solito ci aggiudicavamo noi in quanto gli spettacoli che mettiamo in scena sono interamente prodotti da noi.
....bleah.

Ore 20:20:
L'incacchiatura è passata. Mi sento..... bliss: "Everything about you ME resonates happiness" ♥

Nessun commento:

Posta un commento